Crea sito
Home > iDevices & iOS 4.x > iOs 5: nuovo filesystem o “tutto cloud”?

iOs 5: nuovo filesystem o “tutto cloud”?

28 marzo 2011


Fin dal lancio di iOs – o iPhone OS, come era precedentemente nominato – la capacità di memorizzare, gestire e trasferire file con iPhone e iPad è sempre stata sotto ripetuto controllo di Apple e dell’occhio onnisciente di iTunes. L’intrinseca mancanza di un file-manager trasparente su iOS è stata spesso definita come una pesante limitazione arbitrariamente attuata da Apple, tanto da essere più volte oggetto di critiche.
E’ quindi possibile, che nella futura versione di iOs – iOs 5 – potremmo finalmente assistere all’apertura del tanto blindato os per iDevices?

Per fare un esempio: cercando di spostare un filmato su iPad, è necessario prima di tutto inserire questo filmato nella nostra libreria iTunes e successivamente sincronizzarlo con il dispositivo. E se il formato non è riconosciuto da iTunes? (che è tristemente schizzinoso quando si tratta di video…)


A quel punto si deve necessariamente ricodificare il proprio video prima di poter proseguire alla sincronizzazione.
In definitiva quindi, non è presente una struttura centrale di archiviazione, nell’architettura dell’OS. Ma i file vengono memorizzati all’interno dell’applicazione.
E’ comunque possibile scaricare applicazioni di terzi (c’è un’app per tutto no?!) per permettere l’utilizzo dello spazio interno del proprio dispositivo. O per spostare i propri file da un dispositivo ad un altro (sempre con ben determinati limiti).
Ma perché Apple non ha implementato queste funzionalità già “di serie”? Portiamo l’esempio di DropBox. Una delle applicazioni più popolari (e soprattutto gratuita) tra i Mac user e gli “smartphone user” – siano essi iPhone, iPad o Android.
Essa consente di spostare file da un dispositivo ad un altro, in maniera semplicissima e senza fili.
Ma che sia proprio tutta questa popolarità del “cloud sharing” a indurre Apple a non introdurre una sorta di filemanager?
Una versione rinnovata, più potente (e probabilmente free ) di MobileMe, con una grossa componente per il “clou sharing” si vocifera oramai imminente.

Pur essendo la maggior parte dell’attenzione focalizzata sull’archiviazione di musica e sulle capacità di streaming di questo nuovo servizio, non è da escludere la possibilità che Apple introduca delle nuove possibilità di “cloud sharing” gratuito in maniera analoga a DropBox.
Anche se, tutto quanto descritto sinora, non potrà mai rimpiazzare completamente la memoria fisica di bordo del terminale: siamo ancora troppo “acerbi” per una tecnologia completamente “cloud”.

Piuttosto ora ci si chiede: riusciranno a Cupertino a competere con un modello già così ben consolidato quale quello utilizzato da DropBox?
..conoscendo la “potenza” decisionale di Apple -nel bene e nel male -, probabilmente si…

Fonte: applebitch

Be Sociable, Share!
I commenti sono chiusi.

Creare blog